Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti da

comp_sanpaolo

Ordine Internazionale degli Anysetiers

Fondazione CRT


e godono del patrocinio di

Consiglio Regionale del Piemonte

citta-torino


uff-scolastico


Nobel a Nadia Murad

Nobel a Nadia Murad: una testimonianza del mondo contro la violenza per alimentare la speranza

Nadia Murad ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace 2018, insieme a Denis Mokwege, per il suo impegno contro l’uso della violenza sessuale come arma di guerra. L’annuncio è stato dato nel Norwegian Nobel Institute di Oslo il 5 ottobre 2018. [Guarda il video]

Sicuramente il Nobel a Nadia Murad è stato finora il riconoscimento più significativo assegnato non solo per il suo significato universale, ma soprattutto perché, in questo delicato momento storico, il mondo ha dimostrato il suo spirito di umanità e di solidarietà alle vittime dell’ISIS prendendo posizione contro la violenza brutale nei confronti delle donne.

Nadia è una ragazza yazida: appartiene cioè ad una comunità religiosa del nord ovest dell’Iraq perseguitata dall’ISIS in quanto ritenuta, in modo infondato, “adoratrice del diavolo”. E’ vissuta fino a 21 anni nel villaggio di Kocho, nel Sinjar, a nord dell’Iraq con la famiglia contadina all’interno di una fattoria. Il sogno di Nadia era finire gli studi e aprire un salone da parrucchiera nel suo villaggio, dove avrebbe acconciato sontuosamente le spose nel giorno del loro matrimonio.

Continua a leggere