Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Bella Presenza

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti da

comp_sanpaolo

Ordine Internazionale degli Anysetiers

Fondazione CRT


e godono del patrocinio di

Consiglio Regionale del Piemonte

citta-torino


uff-scolastico


Campi di volontariato - estate 2015

Qui di seguito una selezione di opportunità per giovani alla ricerca di un campo di volontariato per l’estate!

Tutte le informazioni sono tratte dalla newsletter Informagiovani - Campi di volontariato.

Intercultural Summer in Serbia Cultural and Educational Workcamp (VSS10)
04/08/15 - 15/08/15

Volunteers will plan and implement various workshops/games for and with young people (15-30) of Stara Pazova, during the 3-day youth programme at “Intercultural summer”. The work will be organised in the nursery garden (place where seedlings/plants are grown), which also contains a stage, a workshop room and vast outdoor areas. Also there will be opportunity to visit nearby towns (Novi Sad, Sremski Karlovci).
Continua a leggere

Campi di volontariato internazionale

Non avete ancora deciso come trascorrere le vostre vacanze? Perché non farlo in modo utile, economico, divertente ed interculturale?

Vi segnaliamo alcuni fra i campi di volontariato internazionale per i quali vi sono ancora posti per volontari italiani.

Scarica la lista dei campi di volontariato.

Condizioni di partecipazione

Per tutti i campi, ci si può candidare compilando il formulario online.

Continua a leggere

Giovani per INP

Il progetto di volontariato di INP ha come obiettivo diminuire la percentuale di abbandono scolastico degli alunni non madrelingua italiana, utenti di diversi istituti della realtà torinese.

I protagonisti di questo progetto, che ha visto luce nell’estate 2011, sono i giovani per INP. Per conoscerli leggi chi sono, come operano, e i loro contatti.

Trovi qui sotto alcune immagini del lavoro e della formazione dei giovani e il video realizzato a conclusione del primo anno di attività.




GEW 2012: Ciclo di incontri per i ragazzi di INP

logo-gew-2012-banner1

Nell’ambito della Global Education Week 2012, l’Associazione Il Nostro Pianeta, in collaborazione con la biblioteca civica “Primo Levi” di Torino, ha organizzato un ciclo di incontri rivolto ai giovani volontari dell’Associazione.

Programma degli incontri:

Lunedì 12 novembre, h. 17.30
Giuseppe Cocco – LA SOLIDARIETA’ E’ LA TENEREZZA DEI POPOLI

Lunedì 26 novembre, h. 17.30
Giorgio Scialla - SCUOLA E DEMOCRAZIA
Il rapporto della cultura con la libertà dell’individuo e con il funzionamento della democrazia. La responsabilità sociale dell’intellettuale. Il ruolo della scuola dalla Costituzione ad oggi.

Lunedì 10 dicembre, h. 17.30
Flavio Brugnoli - PERCHÉ IL NOBEL PER LA PACE ALL’UNIONE EUROPEA
Nel giorno della consegna del Premio, una chiacchierata sulle radici e le ragioni di un riconoscimento assegnato all’UE “per avere contribuito per oltre 60 anni all’avanzamento della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani in Europa”

Lunedì 17 dicembre, h. 17.30
Fulvio Gambotto - La RESISTENZA AL PRESENTE

Giovani per INP - Contatti

Se volete unirvi a noi in questo progetto, contattateci!

Cell (Sara) 333.2269256

e-mail: areascuola@ilnostropianeta.it

Sede dell’associazione Il Nostro Pianeta: Corso Cadore 20/8, Torino (primo piano)

Giovani per INP - Come operiamo

Il metodo che usiamo è la peer education, “una strategia educativa che vuole favorire la comunicazione tra adolescenti attivando lo scambio di informazioni e di esperienze interne al gruppo dei pari. […] Prevede una stretta integrazione tra adulti e ragazzi, tra informazione verticale e orizzontale, promuovendo un dialogo costruttivo tra le diverse generazioni. Attivare processi di peer education significa favorire lo sviluppo di competenze e consapevolezze fra gli adolescenti allo scopo di ridefinire ruoli e relazioni all’interno della scuola, e anche nella comunità, ricercando, peraltro, nuove forme di partecipazione giovanile”. [Aa. Vv., Peer educator: Istruzioni per l’uso, Franco Angeli, Milano, 2004]

Noi crediamo che attraverso l’interazione tra coetanei si possa favorire la socializzazione al nuovo contesto, scolastico e non, in cui gli studenti, specialmente stranieri, si trovano catapultati.

Giovani per INP - Chi siamo

Noi giovani di INP siamo ragazze e ragazzi che vogliono mettersi in gioco e aiutare i nostri coetanei di origine straniera nel successo formativo e nell’inserimento nel mondo scolastico italiano.

Siamo principalmente volontari, ma con il progetto Make Equality Real, nel contesto della Global Education Week 2015, a noi si sono aggiunti ragazze e ragazzi in alternanza scuola-lavoro.




La scuola non abbandoni i più deboli

Su La Stampa del 24 giugno è comparsa la lettera al direttore firmata da Marco Rossi Doria, Sottosegretario all’Istruzione. La sua lettera diceva cosi:

La scuola non abbandoni i più deboli

Caro direttore,

in pochi sanno che nel ministero dell’Istruzione c’è una meravigliosa biblioteca, che racchiude i tesori di 150 anni di scuola. Tra questi c’è un registro del 1944-45, di una scuola elementare di San Lorenzo, Roma. La maestra racconta nel diario di classe di tutti gli alunni che perde. Per fame, povertà, malattia. Della difficoltà di fare lezione d’inverno, con le finestre rotte dalle bombe. E della fatica di andare avanti tutti insieme.

Continua a leggere

Click: supplemento alla rubrica n°11

A questo gioco si vince solo se si partecipa tutti

Il 2011 sarà l’anno europeo del volontariato. Una sfida in tempi di crisi quella di mettersi al servizio degli altri, quella di svolgere gratuitamente a favore di chi è in difficoltà o di chi ha bisogno di essere accompagnato o affiancato per un tratto del suo percorso di vita. E’ una sfida perché ci invita non solo a riflettere su noi stessi e sul nostro impegno in quanto cittadini della società civile: quanto contribuiamo alla sua realizzazione? Quanto come uomini e donne, professionisti e non, studenti e lavoratori, contribuiamo alla promozione dei diritti, del rispetto, dell’eguaglianza, della promozione sociale dei più deboli?
Continua a leggere