Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Bella Presenza

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti da

comp_sanpaolo

Ordine Internazionale degli Anysetiers

Fondazione CRT


e godono del patrocinio di

Consiglio Regionale del Piemonte

citta-torino


uff-scolastico


Generazioni di futuro

MIC

Il progetto (settembre 2019- in corso) – promosso da Mondi in Città onlus nell’ambito del Piano di inclusione della Città di Torino - mira a contrastare la dispersione scolastica sperimentando metodi di intervento per favorire l’integrazione dei giovani e delle loro famiglie nel territorio, a partire da una attenta valutazione dei bisogni e delle potenzialità dei singoli destinatari e dal rafforzamento della collaborazione già attiva con gli enti pubblici e del privato sociale. L’associazione Il Nostro Pianeta, partner del progetto, è impegnata in incontri di orientamento scolastico e professionale per madri con figli da iscrivere alla scuola superiore o alla formazione professionale, laboratori di orientamento alla scelta di corsi di formazione professionale per le madri, incontri di riflessione sulle scelte educative e sul modo di vivere la genitorialità in Italia.

GEW 2019: Le iniziative dell’Associaçao Angolana Njinga Mbande

GEW 2019

L’Associaçao Angolana Njinga Mbande di Firenze ha aderito alla Global Education Week 2019 con una serie di iniziative in programma a Firenze nel mese di novembre secondo il seguente calendario:

Mostra di illustrazioni  “Forza Africana”
Da martedì 12 novembre a sabato 23 novembre presso la Biblioteca delle Oblate - Sezione Comteporanea Violet Trefusis
A cura dell’Associaçao  Angolana Njinga Mbande in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate organizzano la mostra di illustrazioni della rivista “Forza Africana”.
Continua a leggere

GEW 2019: l’iniziativa del CEST

GEW 2019

Il CESTCentro per l’Eccellenza e gli Studi Transdisciplinari aderisce alla Global Education Week 2019 con il convegno Le fake news e il ruolo degli esperti nell’agorà digitale, organizzato dal CEST e dal Centro Einaudi, in programma per venerdì 29 novembre dalle ore 9.30 alle ore 17.00 presso la Sala Gioco del Circolo dei lettori, Via Bogino 9 – Torino.

La Rete e le Internet platforms hanno rivoluzionato la nostra quotidianità. Nel corso degli ultimi dieci anni il modo in cui l’informazione, la cultura e persino la scienza sono prodotte e, per così dire, “consumate” è mutato drasticamente. Se da un lato si sono ampliati gli spazi di partecipazione dei singoli cittadini alla cultura, alla ricerca e alla politica, dall’altro, in tutti i campi, la distinzione tra esperti e cittadini si è fatta sempre più labile.

In questo contesto, le fake news hanno assunto un ruolo determinante, al punto da spingere alcuni autori a parlare di “epoca della disinformazione”. Continua a leggere

GEW 2019: #SiPuoFare

Sipuofare

In occasione dell’edizione Global Education Week 2019 sul tema “Wake up! This is the final call for climate”, l’associazione Il Nostro Pianeta* lancia – anche in connessione con l’iniziativa Saturdays for Future, promossa da ASviS - Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – un contest online su Facebook e Instagram dal titolo “#SiPuoFare” volto a stimolare la riflessione e la pratica di piccole grandi azioni su tre SDG in particolare:

- SDG12 - Consumo e produzione responsabile (Come posso ridurre il mio consumo di energia e di materia? Come diminuire i miei sprechi di acqua, cibo e materiali?)

- SDG13 – Lotta contro il cambiamento climatico (Come posso diminuire il mio impatto ambientale? Cosa posso fare per ridurre le emissioni di CO2?)

- SDG4 – Istruzione di qualità (Come posso promuovere un’istruzione equa e inclusiva? Cosa posso fare per ridurre la dispersione scolastica?)

Una sfida al giorno, una sfida che #SiPuoFare. Obiettivo del contest è coinvolgere giovani, studenti, insegnanti e cittadini in semplici esperienze concrete da raccontare e condividere online. Perché i grandi risultati si vedono meglio tutti insieme. Intendiamo così contribuire a sensibilizzare la cittadinanza alla produzione e al consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile.

Come partecipare?
1. Scopri la sfida del giorno
2. Mettiti alla prova!
3. Condividi il tuo risultato (può essere una foto, un testo di poche parole, un racconto o un’esperienza) usando #SiPuoFare e sfidando tre amici a fare altrettanto
4. Fai un passo oltre: trasforma questa sfida di un giorno in #wayoflife

*Il Nostro Pianeta è referente italiano per la Global Education Week 2019, un’iniziativa di sensibilizzazione alla cittadinanza attiva promossa dal North-South Centre of the Council of Europe nei 47 paesi membri Global Education networkers.

Futurama

L’associazione Il Nostro Pianeta è partner del progetto FUTURAMA, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

FUTURAMA è un progetto di community empowerment che opera nell’ottica di sostenere le reti attraverso la progettazione partecipata, favorendo in ogni partner – a seconda delle singole competenze e specificità - la cooperazione e l’assunzione diretta di responsabilità nei confronti dei destinatari (bambini ed adolescenti età 5-14 anni) con l’obiettivo finale di promuovere una comunità educante più competente, integrata e accurata.

Il progetto, con la collaborazione diretta di 38 partner e capofila la cooperativa sociale Esserci, è realizzato nelle circoscrizioni 2 e 3 della Città di Torino e in alcuni Comuni della provincia e si pone l’obiettivo di promuovere il potenziamento della comunità educante attraverso il coordinamento dell’offerta di laboratori educativi scolastici, di interventi animativi, di esperienze integrate territoriali mirati allo sviluppo di competenze nel campo educativo, relazionale, emotivo, affettivo e nell’ottica di potenziare le life skill di minori e famiglie.

FUTURAMA intende contrastare le fragilità potenziando le life/social/digital/parental skills, coinvolgendo e potenziando la comunità educante, aumentando solidarietà e relazioni fra famiglie, in particolare quelle più vulnerabili, promuovendo il dialogo e il confronto tra sistema famigliare e sistema scolastico.

L’associazione Il Nostro Pianeta, nell’ambito di questo progetto, realizza laboratori di orientamento per studenti e famiglie.

Incontro “Studenti venuti da lontano” 18 marzo 2019

18 marzo 2019

Nobel per la pace 2019: INP sostiene la candidatura di Riace

L’associazione Il Nostro Pianeta aderisce all’appello per la candidatura del Comune di Riace per l’assegnazione del premio Nobel per la pace 2019.

Riace è conosciuta in tutta Europa per il suo modello innovativo di accoglienza e di inclusione dei rifugiati che ha ridato vita ad un territorio quasi spopolato a causa dell’emigrazione e della endemica mancanza di lavoro. Le case abbandonate sono state restaurate utilizzando fondi regionali, sono stati aperti numerosi laboratori artigianali e sono state avviate molte altre attività che hanno creato lavoro sia per i rifugiati che per i residenti.

Nel 2018 il Sindaco di Riace, Domenico Lucano, è stato arrestato, poi rilasciato, sospeso dalla carica e infine esiliato dal Comune con un provvedimento di divieto di dimora per “impedire la reiterazione del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. Un provvedimento che rappresenta un gesto politico preceduto dal blocco nel 2016 dell’erogazione dei fondi destinati al programma di accoglienza e inserimento degli immigrati, che lasciò Riace in condizioni precarie.

Gli atti giudiziari intrapresi nei confronti del Sindaco Lucano appaiono essere un chiaro tentativo di porre fine ad una esperienza che contrasta chiaramente con le attività dei Governi che si oppongono all’accoglienza e all’inclusione dei rifugiati e mostrano tolleranza in casi di attività fraudolente messe in atto nei centri di accoglienza di tutta Italia e in una Regione dove il crimine organizzato – non di rado – opera impunemente.

Supportare la nomina del Comune di Riace per il Nobel della pace è un atto di impegno civile e un orizzonte di convivenza per la stessa Europa.

GEW 2018: Le iniziative dell’Associaçao Angolana Njinga Mbande

GEW 2018

L’Associaçao Angolana Njinga Mbande di Firenze ha aderito alla Global Education Week 2018 con una serie di iniziative in programma a Firenze nel mese di novembre secondo il seguente calendario:

“Giro giro mondo alla scoperta dell’Angola” laboratorio per bambini - 3 novembre 2018, Biblioteca delle Oblate, via dell’Oriulo 24 – Firenze

Incontro con il scrittore e giornalista angolano Laureano e presentazione del suo libro - 5 e 6 novembre 2018, Casa de Angola na Italia, Firenze

“Africa nera - Marmo bianco” Proiezione e dibattito del film e documentario con il regista Clemente Bicocchi

“Inclusione sociale come fattore di cittadinanza attiva” conferenza, 9 novembre 2018, Museo e Istituto di Preistoria “Paolo Graziosi”, via dell’Oriuolo 24 - Firenze

“Noi ci siamo” Conferenza sull’immigrazione in Italia - 24 novembre 2018, presso la Regione Toscana in Via Cavour 4 a Firenze.

GEW 2018: L’iniziativa dell’Oratorio San Luigi

GEW 2018

L’Oratorio San Luigi aderisce alla Global Education Week 2018 con l’iniziativa Spazio anch’io, un progetto di educativa di strada che si sviluppa presso il Parco del Valentino a Torino, luogo dove molti giovani si incontrano, fanno esperienze, sperimentano l’affettività, la costituzione di relazioni di fiducia ma anche la trasgressione e i comportamenti pericolosi, uno spazio caratterizzato dalla presenza di Salesiani, operatori professionali del sociale, volontari, giovani animatori e peer educators.

La relazione che si sviluppa tra gli operatori impiegati e i giovani accolti, mira alla prevenzione della devianza, al loro orientamento e alla costruzione di un progetto di vita condiviso tra giovani e operatori.

Continua a leggere

GEW 2018: L’iniziativa di ICSE

ICSE&Co - International Center for Southern Europe di Firenze aderisce alla Global Education Week 2018 con Youth of the World: the transformative power of Global Education, un’iniziativa di scambio europeo di giovani, realizzata in collaborazione con ICDET (Bulgaria), USB (Grecia), Epralima (Portogallo), Development Perspective (Ireland), FWC (Cipro).

L’iniziativa si inserisce in un progetto di 19 mesi finanziato dal programma Erasmus+ che vuole fornire diversi strumenti alle organizzazioni giovanili per intraprendere attività di educazione globale all’interno delle proprie realtà e comunità.

Continua a leggere