Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


In evidenza

gew-2016-in-evidenza nomis_in_evidenza x-giovani-inp-2-bis-small

GEW 2016: Protagonismo giovanile e cittadinanza globale

logo-gew-banner-20161

Per 5 settimane tra giugno e luglio, 35 giovani con età media di 15 anni hanno studiato, imparato l’italiano e socializzato presso la nostra associazione. I giovani, provenienti da 15 paesi differenti, arrivati in Italia tra il 2011 e il 2017, sono iscritti presso licei, istituti tecnici, istituti professionali, centri di formazione professionale e CPIA.

foto 6 foto 9 foto 4

Per la nostra associazione questo non è solo un intervento socio culturale, ma è anche attivazione di protagonismo giovanile - molti animatori erano infatti giovani in alternanza scuola-lavoro o giovani universitari volontari - e promozione della cittadinanza globale – attraverso il superamento della paura di mescolarsi che non è tipica solo degli italiani, ma anche degli immigrati.

D’estate al Nostro Pianeta

Nell’atrio del primo piano della palazzina di Corso Cadore dove ha sede l’associazione Il Nostro Pianeta alle 10 del mattino arrivano in molti.

Pochi minuti e nella stanza più grande, nell’auletta sul lato opposto, persino nell’ufficio e nell’atrio, dappertutto ai tavoli sono seduti ragazze e ragazzi, con i libri aperti davanti, che studiano, leggono e scrivono sotto la guida di volontari e di altri giovani, che sono qui per l’alternanza scuola/lavoro.

foto 1

Continua a leggere

Acting together for a world of peace

Il progetto “Acting together for a world of peace”, nato in continuità con il precedente “Make equality real”,  intende accompagnare i giovani nella scoperta di cosa sia la pace, dando voce al loro bisogno di operare attivamente per altri giovani, con altri giovani e per il territorio in cui vivono, in un percorso sostenuto da metodologie quali il cooperative learning, il peer tutoring e l’alternanza scuola/lavoro. Le attività sono condotte in reti di collaborazione e sussidiarietà con i soggetti privati e pubblici del territorio e hanno l’obiettivo di favorire l’integrazione sociale, promuovere l’educazione interculturale e l’educazione alla pace, combattere la dispersione scolastica. Nell’ambito del progetto sono realizzate le attività italiane della Global Education Week 2016, in coordinamento con la rete del Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa.

Ad attività di promozione socio scolastica per giovani a rischio di dispersione si affiancano attività di sostegno agli insegnanti e a studenti neo arrivati; formazione di giovani e volontari all’inclusione, alla peer education, ai temi della migrazione e dell’educazione alla pace; promozione di azioni di protagonismo giovanile, alternanza scuola lavoro, solidarietà, informazione e sensibilizzazione sui temi dell’integrazione e della pace. Il progetto è sostenuto da un contributo di Fondazione CRT.

Per saperne di più sulle attività del progetto:

Global Education Week 2016

Video Interviste sul tema della pace:
GEW 2016: Video interviste

GEW Newsletter:
GEW Newsletter - novembre 2016
GEW Newsletter - aprile 2017
GEW Newsletter - luglio 2017

Evento pubblico #ActingTogetherForAWorldOfPeace - 25 maggio 2017:
Save the date
UE, Premio Nobel per la Pace

Alternanza Scuola Lavoro - giugno 2017:
I cinque passi dell’alternanza
prodotto di comunicazione realizzato dagli studenti per raccontare il lavoro svolto
Video realizzati dagli studenti
nell’ambito della campagna di sensibilizzazione #ActingTogetherForAWorldOfPeace
I racconti dell’alternanza
sulla pagina Facebook della Global Education Week - Italia

Iniziative GEW
svolte nell’ambito della campagna di sensibilizzazione e informazione volta alla promozione della Global Education Week 2016:
GEW 2016: l’iniziativa di MEIC e MIC
GEW 2016: l’iniziativa dell’Istituto Socrate Mallardo di Napoli
GEW 2016: l’iniziativa degli Amici di Jimmy
GEW 2016: Siriani a scuola in Calabria

Altre pagine utili:
Giovani per INP
INP per la Scuola

GEW 2016: L’iniziativa dell’Istituto Socrate Mallardo di Napoli

logo-gew-banner-20161

L’Istituto Comprensivo Statale SOCRATE–MALLARDO di Marano di Napoli ha aderito alla Global Education Week 2016 con l’iniziativa “E’ l’ora di agire!” che ha proposto un ricco programma di attività realizzate tra il 14 e il 20 novembre scorso secondo il seguente calendario:

14/ 15/16 novembre,  ore 9.00 -  13.30:

Cinema dei Diritti - Visione film , dibattito con esperti

17 novembre, ore 8.30 – 13.30:

Mostra dei lavori della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria dell’Istituto

Attività di Animazione negli spazi aperti della scuola

18 novembre:

Attività di Animazione negli spazi aperti della scuola

Incontro pubblico Auditorium Sala Consiliare del Comune di Marano di Napoli

19 novembre ore 8.30. 14.00:

Mostra dei lavori della Scuola Secondaria di I grado

Incontro pubblico - le ragazze e i ragazzi presentano  i propri lavori:

Sezione digitale (video, spot, presentazioni multimediali)

Sezione grafico-creativa (disegni e manufatti di vario tipo)

Sezione letteraria (poesie, riflessioni o drammatizzazioni)

Continua a leggere

GEW 2016: L’iniziativa di MEIC e MIC

logo-gew-banner-20161

Il MEIC - Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale - Gruppo di Torino e il MIC -Mondi In Città hanno aderito alla Global Education Week 2016, dedicata al tema della pace, con la Giornata Ecumenica del Dialogo Cristiano-Islamico, quest’anno dedicata al tema “Misericordia e diritti. Presupposti per un dialogo costruttivo“.

L’iniziativa si è svolta a Torino il 27 ottobre 2016 presso la Moschea Omar di Via Saluzzo.

E’ disponibile un bel resoconto dell’iniziativa, a cura di Maria Adele Roggero della Rete del Dialogo Cristiano-Islamico di Torino.

GEW 2016: SIRIANI A SCUOLA in Calabria

logo-gew-banner-20161

Quest’anno la GEW raccoglie esperienze e tentativi di integrazione anche dal Sud Italia, più precisamente dalla Locride calabrese e dai suoi paesini arroccati sulle montagne. Dopo lo sbarco dei curdi nel 1997 e il conseguente sviluppo sociale e culturale avviato a partire dal progetto d’accoglienza di Badolato, e il più recente successo del modello d’accoglienza di Riace che ha visto il famoso sindaco Mimmo Lucano impegnato in prima linea, Santa Caterina dello Ionio si inserisce a gran voce nel panorama dell’accoglienza calabrese.

Dopo due anni di progetto SPRAR, il comune di Santa Caterina dello Ionio ha visto un sensibile incremento della sua popolazione grazie a una decina di famiglie accolte e provenienti da Nigeria, Gambia, Iraq e gli ultimi arrivati dalla Siria. Le buone politiche comunali hanno consentito di ristrutturare e restaurare edifici rurali e case in paese per ospitare i nuovi arrivati. A causa dell’emigrazione dei Catarisani, come accaduto in numerose aree montuose calabresi negli ultimi 50 anni, verso l’Australia, il nord Italia o le stesse aree costiere della regione, i bambini tra elementari e materne erano rimasti poco più di una decina in paese, le botteghe sono chiuse, come anche i numerosi frantoi che caratterizzavano questo luogo baciato dal clima mediterraneo.

Continua a leggere

Torino la mia città: anno 2016-2017

torino-la-mia-citta

“TORINO LA MIA CITTA” offre corsi annuali di lingua italiana e percorsi di cittadinanza attiva a donne arabofone accompagnate dai loro bambini in età prescolare. Il progetto è organizzato da MONDI IN CITTA’ ONLUS.

In tre mattine alla settimana le iscritte possono seguire lezioni di italiano, matematica e educazione civica, incontri con esperte di salute materno infantile, servizi scolastici, leggi di migrazione, servizi sociali, preparazione al lavoro, nonché  visite alla città e laboratori di educazione alla cittadinanza. Le mamme  possono portare con sé i bambini da 0 a 3 anni per i quali è previsto un servizio di animazione. Il progetto, tutto al femminile, è gestito da insegnanti opportunamente formate e da esperte. E’ sempre presente una mediatrice culturale.

I corsi si tengono in quattro sedi: alla Cartiera di Via Fossano 8 (San Donato), alla Biblioteca civica Primo Levi di Via Leoncavallo (Barriera di Milano), al Centro Incontro di Corso Brescia 14 (Aurora) e all’Oratorio Santa Monica di Via Vado 9 (Lingotto). Grazie agli accordi con i CPIA (Centri Provinciali Istruzione Adulti) le partecipanti ai corsi possono accedere all’esame di terza media ai ai testi di lingua A1 e A2.

LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA. Obbligatoria l’iscrizione nelle date indicate.

Scarica la locandina.

L’estate INP contro la dispersione e l’insuccesso scolastico

L’associazione culturale Il Nostro Pianeta da molti anni è impegnata per favorire orientamento e ri- orientamento scolastico di adolescenti provenienti da altri Paesi, li sostiene nello studio, nell’inserimento scolastico, aiuta le famiglie  a comprendere le caratteristiche del sistema scolastico italiano nei vari ordini e gradi.

Inoltre offre, dopo la chiusura della scuola e dei CPIA, corsi di lingua italiana sia per chi ancora non conosce affatto lingua e alfabeto italiani, sia per chi – arrivato da pochi mesi – non possiede ancora sufficienti strumenti di lettura e scrittura per un efficace inserimento nella scuola superiore.

Per preparare inserimento scolastico, esami di idoneità ed esami di riparazione, Il Nostro Pianeta mette a disposizione Continua a leggere

Progetto Make Equality Real: laboratori

Nell’ambito del progetto Make Equality Real, promosso dal Centro Nord-Sud del Consiglio d’Europa nel contesto della Global Education Week, l’associazione Il Nostro Pianeta, referente nazionale della GEW, rivolge alle scuole una serie di iniziative, come riportato nella locandina qui allegata, e lo propone anche come esperienza di alternanza scuola/lavoro per classi del terzo anno di istituti liceali.

volantino

Al progetto Make Equality Real hanno aderito le scuole della Rete “Didattica per il Successo Formativo”(Convitto Umberto I, D’Azeglio, Einstein, Gioberti, Gobetti, Volta).

Il progetto è realizzato con un contributo della Fondazione CRT.