Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


Alternanza Scuola Lavoro 2017: video

Condividiamo i video realizzati dagli studenti nell’ambito della campagna di sensibilizzazione #ActingTogetherForAWorldOfPeace, svoltasi a Torino, giugno 2017.

L’attività è stata condotta, attraverso percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, realizzati presso l’associazione Il Nostro Pianeta, da studenti degli Istituti torinesi: Convitto Nazionale Umberto I, Giolitti, Giulio, Gobetti, Grassi.

Il progetto “Acting together for a world of peace” è sostenuto da Fondazione CRT e contribuisce alle attività della Global Education Week promossa dal Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa.

La classe del mondo - a cura del gruppo Las chicas del Giulio

Aforismi nel cappello - a cura del gruppo “I bordi di Dario”

Commenti di pace - a cura del gruppo “I brodi di Mario”

Dimmi la tua - a cura del gruppo “Noi del Giulio”

Pace non pace - a cura del “Gruppo Internazionale”

La valigia - a cura del gruppo “Team 5 + 1″

L’Europa siamo noi

Nel pomeriggio di venerdì 4 dicembre, nell’ambito di una giornata di conoscenza della settima Circoscrizione torinese, la vice presidente della Camera dei Deputati Marina Sereni ha visitato lo stabile della Poliservizi Michele Rua in Corso Cadore 20/8 e in quella sede i locali e i volontari dell’Associazione Il Nostro Pianeta.

La sera, nei locali della vicina parrocchia di San Giulio d’Orta, si è tenuto un incontro pubblico promosso dalla Commissione Giovani della Parrocchia con la stessa Marina Sereni, con Elise Tisi, vice sindaco della Città di Torino e con Emanuele Durante, presidente della Circoscrizione 7. L’incontro, moderato da Michele Crispo, ha affrontato il tema “L’Europa siamo noi. Una giovane Europa per giovani europei”, guardando a come l’Unione europea si occupi oggi di istruzione, lavoro e immigrazione dei giovani.

Insieme con tante altre realtà vive sul territorio della Circoscrizione 7 di Torino, la nostra associazione è stata chiamata a raccontare l’azione che quotidianamente promuove per accompagnare il successo formativo dei giovani non madrelingua italiana.

Continua a leggere

Decreto direttive europee asilo: le novità

Solo in queste settimane giuristi e operatori stanno venendo a capo delle novità e dei dettagli del Dlgs n. 142 del 18 agosto 2015 che ha recepito le direttive Ue “accoglienza” e “procedure” per i richiedenti asilo. Un primo bilancio.

Una batteria di 30 articoli suddivisi in due parti: solo in queste settimane giuristi e operatori stanno venendo a capo delle novità e dei dettagli del complesso Dlgs n. 142 del 18 agosto 2015 di recepimento delle direttive Ue “accoglienza” e “procedure” per chi chiede protezione internazionale.

Il Dlgs è entrato in vigore qualche giorno fa, il 30 settembre, anche se prevede l’emanazione di varie norme attuative. Quelle che seguono sono le principali novità del decreto, che viene analizzato in una dettagliata scheda dell’ASGI cui facciamo riferimento.

Parte 1: l’accoglienza

Le misure di accoglienza iniziano quando si manifesta la volontà di chiedere protezione (non più dal momento in cui la domanda è verbalizzata). Il richiedente asilo ha diritto a un permesso di soggiorno di 6 mesi e può lavorare già dopo 2 mesi dalla presentazione della domanda.

Continua a leggere

Anticipazioni del Rapporto IDOS Immigrazione e Imprenditoria 2015

Le imprese degli immigrati ancora in aumento, nonostante la crisi

Crescono nel 2014 le imprese condotte da lavoratori immigrati e superano la soglia del mezzo milione di unità (525mila). Incidono mediamente per l’8,7% sul totale delle imprese registrate nelle Camere di Commercio e per il 10,1% al Centro-Nord, dove si concentrano per oltre i due terzi. In 6 casi su 10 operano nel commercio e nell’edilizia, ma forte è la crescita anche nel comparto “noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese” (3.500 imprese in più nel 2014) e in quello ristorativo-alberghiero (2.900 in più).

Facendo riferimento all’insieme delle cariche ricoperte nell’ambito delle imprese individuali, marocchini, cinesi e romeni si confermano i gruppi più rappresentati, ma sono i bangladesi a distinguersi per l’incremento maggiore.

Queste le anticipazioni del Rapporto Immigrazione e Imprenditoria 2015, che il Centro Studi e Ricerche IDOS sta curando con il supporto della Confederazione Nazionale Artigianato e Piccola e Media Impresa e di MoneyGram per presentarlo nel prossimo autunno.

Scarica il comunicato stampa

Riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche professionali

On-line sul Portale Integrazione Migranti un approfondimento per orientarsi tra i diversi percorsi e gli uffici competenti.

È il lavoro manuale non qualificato la forma principale di inquadramento professionale della forza lavoro straniera. A parità di livello di istruzione equivalente alla laurea la quota di lavoratori stranieri impiegati con mansioni di basso livello è pari al 22,6% del totale a fronte dello 0,4% degli italiani.

Uno degli ostacoli all’inserimento lavorativo degli stranieri in posizioni qualificate è la difficoltà di far valere in Italia titoli di studio e qualifiche professionali acquisite all’estero.

Continua a leggere

POLIS: Amministrazione, Finanza e Marketing

CTP GABELLI

POLIS AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

Referente:
prof. Elena GOBBI CTP Gabelli, prof. Dolores DE BELLIS CTP Giulio

Sede dei corsi:
ITSSE “CARLO LEVI” – via Figlie dei militari 25

Orario lezioni:
18 – 22   FREQUENZA OBBLIGATORIA

POLIS 1°
segmento con crediti per la Qualifica Professionale Regionale biennale [ENAIP] OPERATORE PAGHE E CONTRIBUTI + idoneità alla 3^ [1^ e 2^]

POLIS 2°
segmento con Qualifica Professionale Regionale biennale [ENAIP] OPERATORE PAGHE E CONTRIBUTI + idoneità alla 5^ [3^ e 4^]

POLIS 3°
segmento inserito nella 5^ classe superiore per sostenere l’esame di ammissione al DIPLOMA STATALE di MATURITÀ COMMERCIALE

Esperienze traumatiche: cosa lasciano, come lasciarle andare

Si comunica che giovedì 21 febbraio, h. 20.45, La Cooperativa Arcipelago organizza, presso gli spazi di Sharing in Via Ivrea 24, una serata di interesse psicologico aperta e gratuita per la popolazione dal titolo, Esperienze traumatiche: cosa lasciano, come lasciarle andare, presentata dalla Dott.ssa Francesca Rossi e dalla Dott.ssa Paola Golzio, psicologhe, psicoterapeute del Centro.

L’iniziativa nasce dal fatto che alcuni eventi, nel corso della vita, segnano profondamente per la quota di dolore, paura e difficoltà che li hanno caraterizzati. Lasciano un segno nella mente e nel cervello e continuano ad influenzare il viver quotidiano attraverso varie forme di malessere.
Particolare attenzione verrà dedicata allo stress vissuto in ambito lavorativo, tema cruciale per il contesto storico in cui viviamo, che si declina come perdita del lavoro, come difficoltà a trovare lavoro e, in  particolare, come malessere legato ad un contesto lavorativo problematico. Come e con quali strumenti la psicoterapia può aiutare a migliorare la qualità della vita in tal senso?

Scarica la locandina

Immigrazione senza crescita?

Segnaliamo l’iniziativa promossa da Fieri IMMIGRAZIONE SENZA CRESCITA? Risultati di ricerca e sfide per la società e le istituzioni locali, che si svolgerà il 14 ottobre 2011 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso il Centro Congressi Torino Incontra - Sala Einaudi in Via Nino Costa, 8.

L’Italia è uno dei paesi europei in cui la catena di crisi degli ultimi tre anni ha inciso meno pesantemente sui flussi migratori. C’è stata indubbiamente una flessione nel volume degli ingressi, ma non un crollo. Stando alle stime diffuse recentemente dall’OCSE, dopo avere spiccato come principale destinazione di flussi legali in Europa nel 2008 (489.000 arrivi), con i 369.000 ingressi registrati nel 2009 il nostro paese è risultato secondo soltanto ai quasi 400.000 arrivi del Regno Unito.

Se guardiamo più specificamente al mercato del lavoro, l’Italia spicca come l’unico, tra i ventisette paesi della UE, in cui lo stock complessivo dell’occupazione straniera non ha mai smesso di crescere, pure in questi anni difficili.

Continua a leggere

Labour migration governance in Europe

Nell’ambito della “Labour Migration Academy” promossa dall’International Training Centre dell’ILO, FIERI organizza un workshop per presentare i primi risultati della ricerca Labour migration governance in Europe. Trends, challenges and the role of research. First insights from the LAB-MIG-GOV project. Il workshop si svolgerà venerdì 8 Luglio 2011 presso l’International Training Centre of the ILO, in Viale Maestri del Lavoro 10,  a Torino.

Si ricorda che la lingua di lavoro sarà l’inglese. La partecipazione è gratuita, fino ad esaurimento dei posti e previa iscrizione presso FIERI, tramite email fieri@fieri.it o telefono 011.5160044.

Per ulteriori informazioni visita il sito.

Continua a leggere

Zhejiang - Torino

Mercoledì 29 giugno 2011, dalle 10.00 alle 12.30 si terrà il seminario Zhejiang - Torino. L’imprenditoria cinese tra locale e globale presso la Sala Einaudi del Centro Congressi Torino Incontra, in Via Nino Costa 8 a Torino. 

Il seminario è l’occasione per presentare il quinto rapporto di ricerca realizzato dalla Camera di commercio di Torino e da FIERI - Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione - dal titolo “Diventare Laoban. Lavoro autonomo, percorsi imprenditoriali e progetti migratori dei cinesi in Italia e a Torino”.

L’intento, a partire dai risultati della ricerca, è dunque quello di avviare una riflessione pubblica, favorendo - attraverso l’adozione di rigorosi strumenti di indagine statistica e socio-antropologica - il superamento di luoghi comuni e pregiudizi e stimolando, al contrario, la conoscenza e il dialogo con una realtà imprenditoriale variegata ed eterogenea quale è quella cinese.

La partecipazione è gratuita, fino ad esaurimento dei posti e previa iscrizione presso la Segreteria Organizzativa, via fax (011 5714710) oppure via mail (studi@to.camcom.it)