Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


Opposti non complementari

mostra opposti

Segnaliamo la mostra “Opposti non complementari. Bambini tra passerelle di bellezza e campi profughi” in programma dal 20 ottobre al 3 dicembre presso Polo del ‘900, a Palazzo San Celso, Corso Valdocco 4/a, Torino.

Uno sguardo iper-sensibile e diverso su bambini che vivono due condizioni estreme e opposte: i bambini confezionati dai genitori come bambolotti per le passerelle dei concorsi di bellezza made in Usa, e i bambini che hanno perso tutto tranne la vita, in fuga dalla feroce guerra siriana e accampati provvisoriamente nei campi profughi libanesi.

Continua a leggere

Diventare tutori volontari di minori stranieri non accompagnati

foto 18luglio

Segnaliamo l’incontro “Diventare tutori volontari di minori stranieri non accompagnati: un’opportunità di cittadinanza attiva” in programma per martedì 18 luglio alle  ore 17.00 in Aula A4 del Campus Einaudi.

L’evento intende informare anzitutto i non addetti ai lavori sulla figura del tutore volontario dei minori stranieri non accompagnati, opzione che la recentissima legge 7 aprile 2017, n. 47 assume come preferenziale, onde garantire non solo la rappresentanza legale ma più in generale una guida e un sostegno a questo gruppo di ragazzi.

Durante l’incontro, la Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, cui la nuova legge attribuisce compiti di selezione e formazione dei tutori volontari, presenterà i contenuti del recentissimo “Bando aperto per la selezione e formazione dei tutori volontari per i Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), illustrando le modalità di selezione e il percorso di formazione.

L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività di Public Engagement dell’Università di Torino, che intende così avviare una collaborazione con la Garante sulla sensibilizzazione, informazione e formazione di tutori volontari.

Durante l’incontro interverranno:

Monica Cerutti, Assessora della Regione Piemonte alle Politiche giovanili, Diritto allo studio universitario, Cooperazione decentrata internazionale, Pari opportunità, Diritti civili, Immigrazione

Carlotta Trevisan, Consigliera della Città Metropolitana - Diritti sociali e parità, welfare, minoranze linguistiche.

Rita Turino, Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza

Daniela Simone, Regione Piemonte

Roberta Ricucci, Dipartimento di Culture, Politica e Società

Manuela Consito e Joëlle Long, Dipartimento di Giurisprudenza

Diego Lopomo, Ufficio di Pubblica Tutela della Città metropolitana di Torino

L’incontro è organizzato da Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, Dipartimento di Culture Politica e Società, Dipartimento di Giurisprudenza, Città Metropolitana di Torino, Consiglio Regionale del Piemonte, Regione Piemonte.

Disturbi da comportamento dirompente: materiali del seminario

banner-oit-colori

Seminario

Disturbi da comportamento dirompente. Nuove frontiere per il trattamento non farmacologico

Savigliano, Lunedì 5 Ottobre 2015

Il progetto “Oltre il temporale”, realizzato dall’associazione Il Nostro Pianeta con il partenariato della Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infantile Savigliano ASL CN1 e con il contributo della Compagnia di San Paolo, si è concluso con il seminario Disturbi da comportamento dirompente. Nuove frontiere per il trattamento non farmacologico, svoltosi presso la sala polivalente Crosà Neira di Piazza della Misericordia a Savigliano nella giornata di Lunedì 5 Ottobre 2015.

Dopo circa due anni di collaborazione, è presente a Savigliano il prof. John E. Lochman – docente di Psicologia Clinica presso l’Università dell’Alabama – per presentare il suo programma di Coping Power adattato, grazie all’esperienza dell’IRCCS Stella Maris di Pisa, alla realtà italiana e al mondo scolastico.

Il seminario è strutturato in due parti, dedicate l’una all’intervento in ambito sanitario, l’altra all’intervento in ambito scolastico.

Continua a leggere

GEW 2014 - Diritto al cibo e diritti dell’infanzia

logo-gew-banner-2014

Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Articolo 27

Gli Stati parti riconoscono il diritto di ogni fanciullo a un livello di vita sufficiente per consentire il suo sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale e sociale.

Spetta ai genitori o ad altre persone che hanno l’affidamento del fanciullo la responsabilità fondamentale di assicurare, entro i limiti delle loro possibilità e dei loro mezzi finanziari, le condizioni di vita necessarie allo sviluppo del fanciullo.

Gli Stati parti adottano adeguati provvedimenti, in considerazione delle condizioni nazionali e compatibilmente con i loro mezzi, per aiutare i genitori e altre persone aventi la custodia del fanciullo ad attuare questo diritto e offrono, se del caso, un’assistenza materiale e programmi di sostegno, in particolare per quanto riguarda l’alimentazione, il vestiario e l’alloggio.

Gli Stati parti adottano ogni adeguato provvedimento al fine di garantire il mantenimento del fanciullo da parte dei suoi genitori o altre persone aventi una responsabilità finanziaria nei suoi confronti, sul loro territorio o all’estero. In particolare, per tener conto dei casi in cui la persona che ha una responsabilità finanziaria nei confronti del fanciullo vive in uno Stato diverso da quello del fanciullo, gli Stati parti favoriscono l’adesione ad accordi internazionali oppure la conclusione di tali accordi, nonché l’adozione di ogni altra intesa appropriata.

Infanzia rubata - mostra fotografica

Il 30 aprile alle ore 11.00 presso il Collegio Artigianelli - in Corso Palestro 14 a Torino - sarà inaugurata la mostra fotografica sul lavoro minorile “Infanzia rubata. Lewis Hine, le immagini che turbarono l’America“.

La mostra, organizzata da ISMEL, Fondazione Alberto ColonnettiOpera Torinese del Murialdo, con l’alto patronato del Presidente della Repubblica, sarà aperta dal 30 aprile - 18 maggio 2014.

Scarica il volantino.

L’Italia SottoSopra - 4° Atlante dell’Infanzia (a rischio) in Italia

Save the Children, ha diffuso lo scorso 10 dicembre “L’Italia SottoSopra” il 4° Atlante dell’Infanzia (a rischio) in Italia, un testo che, con un corredo di circa 50 mappe, mette a fuoco in particolare gli effetti della crisi sui bambini, documentando con elaborazioni e dati inediti sia a livello nazionale che regionale, il drammatico incremento della povertà economica, abitativa, educativa in parallelo con la drastica riduzione di risorse destinate ai servizi sociali, alla salute, alla scuola e il mancato investimento sul giovane “capitale umano”, cioè sulla formazione, istruzione e conoscenza delle giovani generazioni. Il rapporto non a caso si intitola “l’Italia SottoSopra” perché mette in luce che quello che stanno vivendo i bambini è proprio il contrario di ciò che dovrebbe essere l’infanzia e di come dovrebbe essere, e che cosa dovrebbe fare,  il nostro Paese per le sue giovani generazioni.

Scarica il rapporto “L’Italia SottoSopra”.

Crocevia di sguardi 2013

Siamo lieti di segnalarvi l’inaugurazione della IX edizione di Crocevia di sguardi, un percorso di documentari e approfondimenti per conoscere e capire le migrazioni, giovedì 3 ottobre 2013 alle ore 21.00 al Cine Teatro Baretti in Via Baretti, a Torino, con una serata dal titolo “I bambini ci interrogano”. La proiezione del documentario Nowhere home di Margreth Olin, Svezia, 2012, 93′ sarà introdotta da Raffaella Milano, (Save the Children Italia).

La rassegna, proposta da FIERI in collaborazione con l’associazione culturale ANTILOCO, il Cinema Teatro Baretti, Cecchi Point, Cascina Roccafranca, Il Piccolo Cinema, la manifestazione Civilmente dell’Osservatorio sull’economia civile della Camera di Commercio di Torino, la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Torino e Libera Mensa, grazie al finanziamento della Fondazione CRT, proseguirà poi fino al 14 novembre 2013 presso il cinema Teatro Baretti, di Via Baretti 4, Il Piccolo Cinema, via Cavagnolo 7, Cecchi Point, Via Antonio Cecchi 17, Cacina Roccafranca, Via Rubino 45. Inizio ore 21.00.

Per il programma completo della rassegna vi invitiamo a consultare la pagina http://croceviadisguardi.fieri.it

Torino avrà un Garante per l’infanzia

Articolo di Mariella Continisio

TorinoClick, 19/03/2012

Licenziato dalla Sala Rossa il 6 marzo, il provvedimento istituisce una figura di garanzia, pienamente autonoma.

Torino, prima città in Italia, avrà un Garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza: una figura di garanzia, che svolgerà l’attività in piena autonomia e nel rispetto dei diritti di tutti i minori. Il provvedimento è stato licenziato il 6 marzo dalla Sala Rossa.  La sua radice risale alla Convenzione sui diritti del fanciullo (New York 1989), in quella di Strasburgo del 1996 e nei Principi di Parigi, approvati dall’Assemblea  generale delle Nazioni Unite (1993), in cui venivano sanciti per le bambine e i bambini i diritti civili (istruzione, salute, famiglia) e politici. Il capoluogo piemontese, dunque, è la prima città in Italia ad avere questa figura, istituita in oltre quaranta Paesi, tra cui Francia, Portogallo e Polonia come organo nazionale, Belgio, Germania e Spagna come organismo regionale.

Continua a leggere

Infanzia e deportazione

Mercoledì 25 gennaio 2012, alle ore 12.00 presso il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, in Corso Valdocco 4/1 a Torino, si svolgerà  la conferenza stampa di presentazione della mostra Qui non ci sono bambini. Infanzia  e deportazione  - I disegni di Thomas Geve, che sarà presente alla presentazione.

Per la prima volta in Italia il racconto per immagini dell’esperienza di un bambino nel Lager. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito alla mostra una propria medaglia di rappresentanza.

Il Benessere del bambino tra scuola e famiglia

Maggio 2009

L’iniziativa, promossa da Cooperativa Progetto Tenda, ha attivato una serie di incontri presso i servizi educativi di alcune circoscrizioni torinesi per favorire l’incontro tra genitori immigrati, educatori e insegnanti. Il Nostro Pianeta ha realizzato in tale contesto interventi formativi rivolti agli educatori delle scuole torinesi per l’infanzia, ponendo a tema il confronto tra sistemi educativi italiano e marocchino.