Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Bella Presenza

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti da

comp_sanpaolo

Ordine Internazionale degli Anysetiers

Fondazione CRT


e godono del patrocinio di

Consiglio Regionale del Piemonte

citta-torino


uff-scolastico


GEW 2018: L’iniziativa dell’Oratorio San Luigi

GEW 2018

L’Oratorio San Luigi aderisce alla Global Education Week 2018 con l’iniziativa Spazio anch’io, un progetto di educativa di strada che si sviluppa presso il Parco del Valentino a Torino, luogo dove molti giovani si incontrano, fanno esperienze, sperimentano l’affettività, la costituzione di relazioni di fiducia ma anche la trasgressione e i comportamenti pericolosi, uno spazio caratterizzato dalla presenza di Salesiani, operatori professionali del sociale, volontari, giovani animatori e peer educators.

La relazione che si sviluppa tra gli operatori impiegati e i giovani accolti, mira alla prevenzione della devianza, al loro orientamento e alla costruzione di un progetto di vita condiviso tra giovani e operatori.

Continua a leggere

GEW 2018: L’iniziativa della Giornata del Dialogo Cristiano Islamico

La XVII Giornata del Dialogo Cristiano Islamico aderisce alla Global Education Week 2018 con due iniziative volte a consolidare la conoscenza reciproca, la riflessione e l’impegno comune su diversi temi che interrogano la coscienza di tutti, come cittadini e come credenti.

FlashMob sabato 20 ottobre 2018 alle 17,00 in piazza Castello angolo Via Garibaldi - Torino
Il FlashMob ha voluto richiamare l’attenzione delle Istituzioni e dei cittadini sulle problematiche odierne legate alla pratica della libertà religiosa in Italia. Cristiani e musulmani si sono ritrovati insieme per ribadire la necessità di rispettare i diritti sanciti dalla nostra Costituzione.

Continua a leggere

GEW 2018: L’iniziativa di ICSE

ICSE&Co - International Center for Southern Europe di Firenze aderisce alla Global Education Week 2018 con Youth of the World: the transformative power of Global Education, un’iniziativa di scambio europeo di giovani, realizzata in collaborazione con ICDET (Bulgaria), USB (Grecia), Epralima (Portogallo), Development Perspective (Ireland), FWC (Cipro).

L’iniziativa si inserisce in un progetto di 19 mesi finanziato dal programma Erasmus+ che vuole fornire diversi strumenti alle organizzazioni giovanili per intraprendere attività di educazione globale all’interno delle proprie realtà e comunità.

Continua a leggere

Global Education Week 2018

Tra un mese esatto prenderà il via la XX edizione della Global Education Week, dedicata quest’anno al tema The world is changing: what about us? strettamente legato ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) che mirano a eliminare la povertà estrema, ridurre le disuguaglianze e combattere la minaccia dei cambiamenti climatici entro il 2030.

È un invito a ripensare alle nostre abitudini e al nostro modo di vivere, spendere e consumare, ma non solo. E’ anche l’occasione per trovare nuovi modi di educazione e socializzazione e per riflettere sulle nostre attività quotidiane, sulle aspirazioni future e sull’impatto che possiamo avere nell’influenzare noi stessi il cambiamento.

L’associazione Il Nostro Pianeta – quale referente nazionale per il Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa – invita scuole, associazioni, gruppi giovanili, comunità e organizzazioni locali a partecipare alla Global Education Week 2018, realizzando attività di sensibilizzazione su questi temi.

Per aderire alla GEW 2018 compila il form e invialo a comunicazione@ilnostropianeta.it.

Rapporto Moressa sull’economia dell’immigrazione

E’ stato presentato il 10 ottobre a Palazzo Chigi il Rapporto Prospettive di integrazione in un’Italia che invecchia della Fondazione Moressa sull’economia dell’immigrazione.

A nostro parere tale rapporto è importante perché in un certo senso “ribalta” la visione comune di molta parte dell’opinione pubblica sul tema dell’impatto economico e sociale della presenza degli stranieri regolari in Italia. Con alcuni dati statistici molto significativi qui riportati viene sottolineata l’incidenza positiva della presenza degli stranieri in Italia per una serie di motivi:

1. Il 10,5% della popolazione occupata è costituita da lavoratori stranieri che producono l’8,7% del Pil nazionale (131 miliardi di euro del Valore Aggiunto generato)

2. I lavoratori stranieri contribuiscono a finanziare il nostro sistema di protezione sociale si legge ancora nel testo, dichiarano 27,2 miliardi di euro (stima) e versano 3,3 miliardi di euro di IRPEF incidendo sulla spesa pubblica con un minimo impatto: 2,1%.

3. La crescita degli ultimi anni del numero di immigrati regolari ha in parte rallentato quello che è tuttora in molti paesi ricchi uno dei principali problemi. L’invecchiamento della popolazione che, unito all’esodo di lavoratori italiani all’estero, porta ad un saldo negativo molto pesante, pari a -251.537, bilanciato in parte dal trend positivo della popolazione straniera, pari a + 60.627.

Bella presenza: incontro nazionale a Napoli

Il 7 e l’8 settembre 2018 si è svolto a Napoli il seminario nazionale “Uno, due, tre…pronti via!” del progetto BellaPresenza - metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante, finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile - Con i bambini, nell’ambito del bando Adolescenza, di cui il Nostro Pianeta è partner.

Il seminario si è tenuto presso la sede del capofila nazionale Cooperativa Sociale Dedalus.

Il tennis come diritto

Siamo lieti di segnalare che sabato 8 settembre alle ore 18.00 presso il Circolo di Cambiano, in via Roma 20, si svolgerà un aperitivo di presentazione dei corsi e dei progetti in programma per l’attuale stagione. Sarà presente lo staff al completo.

Leggi di più sul progetto “Prospettive a rovescio: il tennis come diritto“.

Scarica la presentazione dell’associazione

Prospettive a rovescio: il tennis come diritto

“Da una lunga amicizia nasce un progetto inedito nel panorama del tennis italiano”

Storicamente il tennis è sempre stato uno sport elitario, per quanto negli anni abbia in parte colmato il gap con gli sport ritenuti più popolari. Rimane in ogni caso un’attività costosa, accessibile solo a un numero limitato di famiglie. Il nostro obiettivo è aprire le porte del tennis a  tutti coloro che vogliano praticarlo, poiché crediamo fermamente che coltivare una passione sia un diritto, senza distinzione di “razza, lingua, religione, condizioni sociali”, un po’ come recita il più noto articolo della nostra Costituzione. L’idea è, quindi, quella di garantire un percorso pluriennale di formazione a bambine e bambini con attitudine e forte motivazione, che non avrebbero altrimenti le possibilità economiche e l’opportunità di giocare in modo continuativo. In questo modo sarà anche possibile creare i presupposti per allargare il bacino d’utenza e alzare la qualità della Scuola Tennis, nella convinzione che solo ampliando i propri confini – sociali, economici, a volte anche solo “mentali” – si possa contribuire al progresso di un intero movimento. Continua a leggere

Gestire le differenze oltre l’accoglienza

L’estate de Il Nostro Pianeta

estate

Come ogni anno, dopo la fine della scuola l’associazione accoglie gli studenti per sostenere lo studio estivo in preparazione agli esami per l’ingresso in una nuova scuola o relativi ai debiti scolastici, per rafforzare le competenze trasversali, per meglio conoscere lingua e cultura italiana, compreso l’italiano scritto e l’italiano per studiare.

Si prevede il seguente calendario:

Iscrizioni alle attività estive
Occorrerà iscriversi alle attività in uno dei seguenti giorni: 14, 15, 19 e 21 giugno, presso la sede di Corso Cadore 20/8 dalle ore 16 alle ore 19. È necessario che il/la ragazzo/a sia accompagnato/a da un genitore o da un educatore della comunità di riferimento, in modo da condividere un accordo formativo. I giovani maggiorenni (dai 18 ai 22 anni) potranno procedere da soli all’iscrizione.

Continua a leggere