Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


GEW 2016: Protagonismo giovanile e cittadinanza globale

logo-gew-banner-20161

Per 5 settimane tra giugno e luglio, 35 giovani con età media di 15 anni hanno studiato, imparato l’italiano e socializzato presso la nostra associazione. I giovani, provenienti da 15 paesi differenti, arrivati in Italia tra il 2011 e il 2017, sono iscritti presso licei, istituti tecnici, istituti professionali, centri di formazione professionale e CPIA.

foto 6 foto 9 foto 4

Per la nostra associazione questo non è solo un intervento socio culturale, ma è anche attivazione di protagonismo giovanile - molti animatori erano infatti giovani in alternanza scuola-lavoro o giovani universitari volontari - e promozione della cittadinanza globale – attraverso il superamento della paura di mescolarsi che non è tipica solo degli italiani, ma anche degli immigrati.

Global Education Week 2017

GEW 2017

Siamo lieti di annunciare il tema della prossima edizione della Global Education Week in programma dal 18 al 26 novembre 2017: “My world depends on us”.

Anche quest’anno, l’associazione Il Nostro Pianeta – quale referente nazionale per il Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa – invita scuole, associazioni, gruppi giovanili, comunità e organizzazioni locali a partecipare alla Global Education Week 2017, realizzando attività di sensibilizzazione su questi temi.

Per informazioni e partecipazione gratuita: comunicazione@ilnostropianeta.it

Alternanza Scuola Lavoro 2017: video

Condividiamo i video realizzati dagli studenti nell’ambito della campagna di sensibilizzazione #ActingTogetherForAWorldOfPeace, svoltasi a Torino, giugno 2017.

L’attività è stata condotta, attraverso percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, realizzati presso l’associazione Il Nostro Pianeta, da studenti degli Istituti torinesi: Convitto Nazionale Umberto I, Giolitti, Giulio, Gobetti, Grassi.

Il progetto “Acting together for a world of peace” è sostenuto da Fondazione CRT e contribuisce alle attività della Global Education Week promossa dal Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa.

La classe del mondo - a cura del gruppo Las chicas del Giulio

Aforismi nel cappello - a cura del gruppo “I bordi di Dario”

Commenti di pace - a cura del gruppo “I brodi di Mario”

Dimmi la tua - a cura del gruppo “Noi del Giulio”

Pace non pace - a cura del “Gruppo Internazionale”

La valigia - a cura del gruppo “Team 5 + 1″

I cinque passi dell’alternanza

L’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro di giugno raccontata dagli studenti stessi attraverso una bella presentazione interattiva.

prezi

I percorsi di Alternanza Scuola Lavoro sono stati realizzati presso l’associazione Il Nostro Pianeta da studenti degli Istituti torinesi: Convitto Nazionale Umberto I, Giolitti, Giulio, Gobetti, Grassi.

L’attività si svolge nell’ambito del progetto “Acting together for a world of peace” sostenuto da Fondazione CRT e contribuisce alle attività della Global Education Week promossa dal Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa.

Save the date - 25 maggio 2017

volantino 25 maggio 2017

L’Europa e la pace - 25 maggio 2017

_dsc0384-1024x681.jpg

L’evento pubblico #ActingTogetherForAWorldOfPeace è stato programmato per il 25 maggio pv alle ore 15.30, presso l’aula magna del Convitto nazionale Umberto I, Torino. Parteciperanno rappresentanti di Gioventù Federalista Europea e de Il Nostro Pianeta, i quali presenteranno ai partecipanti esempi di attivazione giovanile sul tema della Pace. Il direttore del Centro Studi sul Federalismo - Dott. Flavio Brugnoli proporrà una riflessione sul tema “L’Unione Europea, premio Nobel per la Pace”.

L’evento introduce l’impegno dei ragazzi di III Liceo del Convitto nazionale Umberto I in percorsi di alternanza scuola lavoro presso l’associazione Il Nostro Pianeta volti a realizzare momenti di sensibilizzazione ai temi della cittadinanza globale e dell’educazione alla pace.

L’evento si inserisce nell’ambito del progetto “Acting together for a world of peace” realizzato dall’associazione Il Nostro Pianeta e sostenuto da un contributo di Fondazione CRT e si pone tra le attività dell’A.S. 2016-2017 legate all’iniziativa Global Education Week 2016, di cui l’associazione Il Nostro Pianeta è referente italiano per il Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa.

Scarica il volantino.

Iscrizione obbligatoria entro il 20 maggio: comunicazione@ilnostropianeta.it

GEW 2016: L’iniziativa dell’Istituto Socrate Mallardo di Napoli

logo-gew-banner-20161

L’Istituto Comprensivo Statale SOCRATE–MALLARDO di Marano di Napoli ha aderito alla Global Education Week 2016 con l’iniziativa “E’ l’ora di agire!” che ha proposto un ricco programma di attività realizzate tra il 14 e il 20 novembre scorso secondo il seguente calendario:

14/ 15/16 novembre,  ore 9.00 -  13.30:

Cinema dei Diritti - Visione film , dibattito con esperti

17 novembre, ore 8.30 – 13.30:

Mostra dei lavori della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria dell’Istituto

Attività di Animazione negli spazi aperti della scuola

18 novembre:

Attività di Animazione negli spazi aperti della scuola

Incontro pubblico Auditorium Sala Consiliare del Comune di Marano di Napoli

19 novembre ore 8.30. 14.00:

Mostra dei lavori della Scuola Secondaria di I grado

Incontro pubblico - le ragazze e i ragazzi presentano  i propri lavori:

Sezione digitale (video, spot, presentazioni multimediali)

Sezione grafico-creativa (disegni e manufatti di vario tipo)

Sezione letteraria (poesie, riflessioni o drammatizzazioni)

Continua a leggere

GEW 2016: L’iniziativa di MEIC e MIC

logo-gew-banner-20161

Il MEIC - Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale - Gruppo di Torino e il MIC -Mondi In Città hanno aderito alla Global Education Week 2016, dedicata al tema della pace, con la Giornata Ecumenica del Dialogo Cristiano-Islamico, quest’anno dedicata al tema “Misericordia e diritti. Presupposti per un dialogo costruttivo“.

L’iniziativa si è svolta a Torino il 27 ottobre 2016 presso la Moschea Omar di Via Saluzzo.

E’ disponibile un bel resoconto dell’iniziativa, a cura di Maria Adele Roggero della Rete del Dialogo Cristiano-Islamico di Torino.

GEW 2016: Agiamo insieme per un mondo di pace

logo-gew-banner-2016

Abbiamo iniziato anche per il 2016 la settimana dell’educazione alla cittadinanza attiva! Molte realtà del territorio nazionale si sono attivate e stanno inviandoci i materiali prodotti o le schede che annunciano l’operatività. Direttamente stiamo tenendo vive le pagine Facebook (https://www.facebook.com/globaleducationweekitalia/) in cui proponiamo riflessioni attraverso post e rimandi alla newsletter  che sta raggiungendo in questi giorni tutte le scuole d’Italia. Il tema di questo anno Acting together for a world of peace è davvero purtroppo quanto mai attivo e urgente. Il mondo intero, ma anche le relazioni interpersonali della quotidianità hanno un bisogno forte di trovare la pace, di sognarla, di cercarla e di costruirla. Nessuno può rassegnarsi a vivere immerso in conflitti disumani che hanno alla base l’egoismo degli uni e la povertà degli altri, l’incapacità di condividere, di riconoscere il bello e il buono,di guardare negli occhi chi incontriamo sulla nostra strada.

La pace non arriverà da altri mondi, ma dalle nostre mani, dai nostri cuori, dal nostro sorriso: è impegno personale e poi anche collettivo, ma nessuno può sentirsi esentato dall’appello AGIAMO INSIEME PER UN MONDO DI PACE.

GEW 2016: SIRIANI A SCUOLA in Calabria

logo-gew-banner-20161

Quest’anno la GEW raccoglie esperienze e tentativi di integrazione anche dal Sud Italia, più precisamente dalla Locride calabrese e dai suoi paesini arroccati sulle montagne. Dopo lo sbarco dei curdi nel 1997 e il conseguente sviluppo sociale e culturale avviato a partire dal progetto d’accoglienza di Badolato, e il più recente successo del modello d’accoglienza di Riace che ha visto il famoso sindaco Mimmo Lucano impegnato in prima linea, Santa Caterina dello Ionio si inserisce a gran voce nel panorama dell’accoglienza calabrese.

Dopo due anni di progetto SPRAR, il comune di Santa Caterina dello Ionio ha visto un sensibile incremento della sua popolazione grazie a una decina di famiglie accolte e provenienti da Nigeria, Gambia, Iraq e gli ultimi arrivati dalla Siria. Le buone politiche comunali hanno consentito di ristrutturare e restaurare edifici rurali e case in paese per ospitare i nuovi arrivati. A causa dell’emigrazione dei Catarisani, come accaduto in numerose aree montuose calabresi negli ultimi 50 anni, verso l’Australia, il nord Italia o le stesse aree costiere della regione, i bambini tra elementari e materne erano rimasti poco più di una decina in paese, le botteghe sono chiuse, come anche i numerosi frantoi che caratterizzavano questo luogo baciato dal clima mediterraneo.

Continua a leggere