Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


Dentro l’aula

logo-manuale-banner-web1

Dentro l’aula

Facilitare la relazione e l’inserimento scolastico


Italiano L2
Se l’allievo appena inserito non parla italiano, invitalo a partecipare ai corsi di italiano L2 che l’istituto organizza. Se non li organizza, indirizzalo ai CTP, oppure a iniziative attivate dal territorio: è necessario spiegare chiaramente al/la ragazzo/a e alla famiglia che, benché i corsi non siano obbligatori, sono estremamente importanti per garantire il successo scolastico.



Corsi di sostegno per materie in cui la/il ragazza/o è carente
Le singole scuole possono attivare corsi utilizzando le ore di IDEI, ma si può anche ricorrere al mutuo aiuto fra studenti, all’intervento di ex allievi dell’istituto. Un’altra risorsa che spesso la città mette a disposizione degli studenti sono i dopo-scuola organizzati, per esempio, dalle biblioteche civiche o da associazioni di volontariato.



Compagno di banco “traduttore” è giusto o sbagliato?

La lingua per socializzare si apprende parlando, incontrandosi, giocando. Per i primi tempi è molto importante stimolare la partecipazione dell’allievo a uscite pomeridiane ai giardini per una partita di pallone, o due passi nel quartiere, perché l’apprendimento della lingua trae vantaggio dalla socializzazione, anche se questo a volte si scontra con la richiesta delle famiglie di avere a casa i ragazzi nel tempo extrascuola, vuoi per aiuto domestico, vuoi per preservarli da compagnie eventualmente non apprezzate dai genitori.



Religione
L’insegnamento della religione nella scuola laica di Stato è regolamentato da una normativa che prevede che lo/la studente/ssa e la famiglia dichiarino la volontà di frequentare la materia e in caso negativo scelgano tra l’uscita dall’istituto nel tempo della lezione, lo studio individuale assistito o libero, e l’ora alternativa. I programmi ministeriali prevedono un approccio laico alla conoscenza delle religioni e in particolare della religione cristiana per la sua importanza nella cultura europea. Nessun impedimento alla frequenza per chi appartenga ad altre religioni rispetto al cristianesimo o per chi non appartenga ad alcuna religione.



Educazione fisica

A volte le attività di educazione fisica prevedono la pratica sportiva e vengono comunque sempre realizzate in promiscuità: questo talora costituisce una difficoltà per alcune famiglie immigrate. È sempre possibile parlarne con l’insegnante referente: sicuramente è bene ricordare che occorre rispettare da un lato il tempo di maturazione della mentalità, dall’altro i doveri e diritti che derivano dall’acquisizione piena della cittadinanza. La scuola propone attività che ritiene formative: i genitori debbono interloquire con la scuola per comprendere le scelte educative sottese alle proposte didattiche attivate. Lo stesso vale per la proposta di attività che, pur rientrando nell’orario curricolare, non risultano scontate per i genitori immigrati come laboratori teatrali, uscite didattiche, visione di film, ecc.



Lingua straniera
È importante ricordarsi che, se l’allievo ha già studiato la lingua straniera, lo ha fatto partendo da conoscenze linguistiche e grammaticali diverse; può essere utile utilizzare vocabolari bilingui fra lingua straniera 3 e lingua madre, e anche avere a disposizioni grammatiche della lingua 3 in uso nei paesi d’origine. In molti paesi extracomunitari si parlano, o vengono usate come lingue veicolari nella scuola, lingue europee comunitarie come Inglese, Francese o Spagnolo, ereditate dalla fase coloniale. Spesso però queste lingue si sono evolute autonomamente o hanno dato origine a lingue franche e, quindi, non sempre facilitano l’insegnamento e l’apprendimento.

Share and Enjoy:
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
  • MySpace
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Turn this article into a PDF!
  • Wikio IT
  • Technorati