Oltre le migrazioni

Oltre le migrazioni

Global Education Week

Archivio

Gew

restorlogo

Dites non à la discrimination

Alcuni nostri progetti sono sostenuti dalla

comp_sanpaolo

Fondazione CRT


e godono del patrocinio del

citta-torino


uff-scolastico


Materiali

Europa

Diamo la parola ai cittadini per la nuova Europa federale
Intervista a Laura Boldrini, presidente della Camera, che rilancia la dichiarazione per «l’Integrazione europea» siglata dai Parlamenti e una consultazione on line sulla Ue.
di Natalia Lombardo, L’Unità, 10/02/2016

La nuova Ue parte da Roma
L’incontro dei sei Paesi fondatori dell’UE a Roma per discutere sui temi dell’unione monetaria, della sicurezza e di Shengen.
di Marco Zatterin - corrispondente da Bruxelles, La Stampa, 09/02/2016

Il problema europeo e il differenziale tra il Nord e il Sud
Difesa, politica estera e politica economica hanno bisogno di una guida europea unica, di principi solidaristici effettivi e di un disegno condiviso di sviluppo che riduca, non aumenti, le distanze all’interno del Vecchio Continente.
di Roberto Napoletano, Il Sole 24 Ore, 9 febbraio 2016

Paradossi italiani. Le accuse di troppo all’Europa
Ha avuto una buona idea Matteo Renzi a proporre le primarie per eleggere il prossimo presidente della Commissione Ue destinato a sostituire Jean-Claude Juncker. Ma lascia perplessi che Renzi abbia specificato nel presentarla che «non se ne può più di questa tecnocrazia».
di Paolo Mieli, Corriere della Sera, 9 febbraio 2016

Un’unica autorità per governare l’euro
I due governatori delle Banche Centrali di Germania e Francia propongono la creazione d’un ministro del Tesoro unico per i paesi dell’Eurozona.
di Jens Weidmann e Francois Villeroy De Galhau

A chi dà fastidio il superministro Ue
Non tutti sono favorevoli alla creazione di un ministro del Tesoro unico per i paesi dell’Eurozona.
di Eugenio Scalfari, la Repubblica, 10 febbraio 2016

Per grandi decisioni servono grandi leader
A febbraio il Consiglio europeo (Ce) discuteva due temi di cruciale importanza: approvare o meno il “Pacchetto Tusk” relativo al negoziato tra Gran Bretagna e Unione Europea e giungere a una decisione su aspetti cruciali della politica da adottare nella crisi dei rifugiati.
di Sergio Fabbrini, Il Sole 24 Ore, 18 febbraio 2016

L’On. Laura Boldrini protagonista della Lecture Altiero Spinelli 2015
Venerdì 19 febbraio 2016, alle ore 10.30, dall′Aula Magna della Cavallerizza Reale, è andata in onda la diretta streaming della Lecture Spinelli 2015 organizzata dal Centro Studi sul Federalismo, che ha visto protagonista l’On. Laura Boldrini.

Deroghe e flessibilità, il modello Brexit cambia l’Unione europea
Trattati e interpretazioni - Nella Ue la maggiore integrazione non è un obbligo e dipende invece da più fattori.
di Enzo Moavero Milanesi, Corriere della Sera, 16 febbraio 2016

Brexit, Spagna, Grecia. Il destino dell’Europa in 30 giorni
Il mese di giugno sarà cruciale per la storia dell’Unione. Ci sono situazioni assai delicate come per esempio il voto della Gran Bretagna per uscire dall’Ue oppure le amministrative in Italia che si annunciano difficilissime.
di Aldo Cazzullo, Corriere della Sera, 5 maggio 2016

Cohn-Bendit: “Meglio un’Europa con meno Stati e più solidarietà”
Intervista allo storico leader dei Verdi Daniel Cohn-Bendit, sul futuro dell’Europa: “Dopo la crisi dei migranti l’Unione non potrà essere più come prima, ora è la Germania ad avere bisogno di aiuto”.
di Eric Jozsef, La Stampa, 15.02.2016

L’Europa e la Polonia di Szydło
Un articolo che affronta alcune delle questioni chiave che riguardano i recenti sviluppi politici della Polonia.
di Simone Fissolo, CS Federalismo, Commento n. 76 - 12 febbraio 2016

Estratto dall’intervista al Presidente Napolitano sulla crisi europea
di Aldo Cazzullo, Corriere della Sera, 2 maggio 2016

Le tre missioni del futuro per noi leader della Ue
Intervento del presidente della Commissione europea Juncker e di quello dell’Europarlamento Schulz. “Dobbiamo restare uniti, garantire la sicurezza e la pace, gestire la migrazione”.
di Jean-Claude Juncker e Martin Schulz, la Repubblica, 6 maggio 2016

Investment in Europe: making the best of the Juncker Plan with case studies on digital infrastructure and energy efficiency
Report di Eulalia Rubio, David Rinaldi e Thomas Pellerin-Carlin con prefazione di Enrico Letta, che analizza punti e debolezze del Juncker Plan, in tema di investimenti in Europa.

L’analisi – credito e mercato. Euro forte e surplus Ue: il virus che colpisce banche e lavoro
La rivalutazione dell’euro favorita dal surplus esterno è una potente spinta in senso opposto: spinge l’inflazione verso lo zero (e sotto), perché riduce i prezzi dei beni importati e rende più costoso e scarso l’export e l’occupazione che vi è dietro.
di Federico Fubini, Corriere della Sera, 04/05/2016

Il nazionalismo e le parole giuste per dire Europa
Lettera di Walter Veltroni, ex-vicepremier sindaco di Roma e segretario del Partito democratico, al Direttore della Repubblica, sul futuro dell’Europa.
di Walter Veltroni, La Repubblica, 13/05/2016

Il libro di Napolitano. Dalla lezione di Spinelli a Brexit
La visione per un’Europa unita dell’ex Presidente Giorgio Napolitano.
di Sergio Romano, Corriere della Sera, 10 maggio 2016

Intervista a Napolitano
Intervista al Presidente emerito sul futuro dell’Europa: così si salva l’Ue, il nostro Paese deve fare la sua parte. “Diritto d’asilo europeo per battere i nazionalismi”.
di Antonella Rampino, La Stampa, 15 gennaio 2016

Discorso del Presidente Obama al popolo europeo
In occasione della sua visita ad Hannover, in Germania
Ufficio Stampa della Casa Bianca, 25 aprile 2016

Roman Europe?
Ora che l’Unione Europea inizia a disintegrarsi, chi può avere il potere di salvarla?
di Anatole Kaletsky, Project Syndicate, 26 aprile 2016

Saving European Social Security from the Populists
In Europa i partiti populisti guadagnano voti cavalcando la paura delle migrazioni e il problema della sicurezza. La proposta di creare un Codice Fiscale Europeo (European Social Security Identification Number – ESSIN) che identifichi i lavoratori in tutti i paesi dell’Europa.
di Tito Boeri, Project Syndicate, 19 maggio 2016

1989 l’anno in cui doveva finire la storia Politica
La caduta del Muro di Berlino ha segnato la nascita del mondo globale. Ma se la fine del comunismo significava per quei paesi la liberazione da un sistema totalitario, il futuro restava vuoto di promesse.http://www.unita.tv/opinioni/1989-lanno-in-cui-doveva-finire-la-storia/
di Biagio De Giovanni, Unità TV, 8 maggio 2016

Europa e migrazioni

Le grandi migrazioni in Europa e nel Mediterraneo
L’Europa è sempre stata terra di migrazioni: come origine di flusso di espatrio e come destinazione di persone in cerca di miglior vita. Il Mediterraneo oggi rappresenta una “regione migratoria” al centro della quale si colloca la frontiera di Schengen.I movimenti migratori alle frontiere dell’Europa non hanno ragione di arrestarsi nel prossimo futuro, e la gestione di questi movimenti e delle loro conseguenze, politiche, sociali ed economiche, deve essere necessariamente europea.
di Raimondo Cagiano de Azevedo e Angela Paparusso, Neodemos, 12 febbraio 2016

Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia. Aspetti, procedure, problemi.
Un rapporto, redatto dal Gruppo di studio sul sistema di accoglienza del Ministero degli Interni, che contiene una valutazione dell’attuale fenomeno migratorio proiettandosi, per quanto v’è di prevedibile in materia, verso scenari futuri; una valutazione e una quantificazione degli investimenti pubblici diretta ed indiretta, con relativa analisi dei costi-benefici; l’individuazione di buone pratiche che, estese, possono portare ad un miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del sistema di accoglienza.
a cura del Gruppo di studio sul sistema di accoglienza, Ministero degli Interni, Roma, Ottobre 2015

Pour le Défenseur des droits, la France discrimine ses étrangers
Un’analisi sul rispetto dei diritti fondamentali degli stranieri in Francia.
di Maryline Baumard, Le Monde, 09.05.2016

L’Europa si chiude, cresce la voglia di confini: solo i giovani dicono no
Osservatorio europeo. L’Italia è il paese più vecchio del continente: nel 2015 la popolazione è scesa di 100mila unità, nel 2013 sono partite 95mila persone, per lo più sotto i 30 anni. Anche per questo da noi, come in altre nazioni, cresce il numero di quelli che vorrebbero alzare muri: i risultati dell’ultimo sondaggio Demos.
di Ilvo Diamanti, La Repubblica, 9 maggio 2016

Le parole non dette nel Migration compact
Il governo italiano ha preso l’iniziativa in Europa sul controverso tema delle migrazioni e dell’asilo, presentando il progetto “Migration compact” con l’obiettivo di spostare fuori dai confini europei controlli e concessione dei permessi per i richiedenti asilo. Ecco una sintesi dei contenuti della proposta italiana.
di Maurizio Ambrosini, La Voce, 29.04.16

Viaggi da imparare
Il progetto “Viaggi da imparare”, promosso dall’UNHCR, MIUR e dall’organizzazione Accoglienza – Comitato 3 ottobre, è un ottimo materiale interattivo che intende favorire una corretta conoscenza dell’asilo e della condizione di vita dei rifugiati in Italia, fornendo elementi di conoscenza sui rifugiati, per consentire agli studenti di maturare un atteggiamento consapevole nei confronti del fenomeno e per facilitare il dialogo con la popolazione dei rifugiati in Italia. Per i suoi scopi e per le metodologie didattiche utilizzate, il progetto promuove un orientamento pedagogico interculturale, in linea con l’approccio utilizzato da tempo dalla scuola italiana e delineato nel documento “La via italiana per la scuola interculturale e l’integrazione degli alunni stranieri”, pubblicato dal Ministero dell’Istruzione nell’ottobre del 2007. Per la definizione dei percorsi didattici i soggetti promotori si sono avvalsi della collaborazione di alcuni esperti della materia - il Prof. Catarci, la dott.ssa Parisi e la prof.ssa Ansovini – a cui va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto. Il sito, inoltre, si avvale anche di alcuni documenti e rapporti gentilmente messi a disposizione da Amnesty International.

Competenze

List of Teamwork Skills for Resumes, Cover Letters, and Interviews
Quali sono le competenze di gruppo più ricercate? Ecco una lista delle 5 competenze fondamentali per lavorare bene in squadra. L’articolo fornisce anche un’ottima panoramica su molte altre competenze utili, organizzate per tipologia.

Quali sono le competenze (trasversali) che fanno la differenza nel lavoro (e non solo…!)
Possedere, sviluppare e valorizzare le proprie competenze è fondamentale non solo quando si cerca lavoro, ma anche quando si opera in un contesto lavorativo e in generale nella propria vita quotidiana. Di fatto si tratta di risorse che possono essere spese a 360°: non per niente si chiamano “trasversali”. Un articolo che prova a far chiarezza su questo tema.

Dai libri bianchi agli obiettivi di Lisbona
Rapida panoramica sugli obiettivi di “Cresson”, di “Delors” e di Lisbona che si sintetizzano nelle otto competenze chiave per l’apprendimento permanente.

Africa

‘Death Awaits’: Africa Faces Worst Drought in Half a Century
La peggiore siccità in mezzo secolo ha colpito gran parte dell’Africa - una conseguenza di El Niño e della crescita della popolazione. Più di 50 milioni di persone sono minacciate dalla fame e pochi paesi sono stati colpiti duramente come l’Etiopia.
di Bartholomäus Grill, Spiegel International, 11 maggio 2016

Ecco perché scommettere sull’Africa
L’Africa è ad un bivio. Preoccupazioni e speranze si rincorrono in quello che non è più il «continente perduto». Nel nuovo secolo l’Africa ha fatto registrare progressi significativi.
di Paolo Gentiloni, La Stampa, 18 maggio 2016

Il Medio Oriente che cambia. La ristrutturazione dei rapporti internazionali. I focolai di crisi.
E-Book gratuito che sviluppa una riflessione complessa sul Grande Medio Oriente, in piena trasformazione. Il conflitto intra islamico tra sciiti e sunniti sta acquistando nuove dimensioni, anche militari. Vecchie e nuove potenze regionali si confrontano, dall’Iran alla Arabia Saudita, dall’Egitto alla Turchia, mentre gli Stati Uniti si stanno ritraendo con fatica dall’Area e la Russia marca una nuova più incisiva presenza. L’Europa, che potrebbe trovare un nuovo spazio di intervento, appare ancora incerta e pervasa da contraddizioni, e la sua capacità di intervento appare ancora sfocata. Il progetto è stato promosso da CIPMO - Centro Italiano per la Pace nel Medio Oriente - in collaborazione con lo European Council on Foreign Relations (ECFR) e con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri - Unità di Analisi, Programmazione e Documentazione Storico-Diplomatica - del Comune di Milano, della Camera di Commercio di Milano, di Fondazione Cariplo, con il patronato di Regione Lombardia e il patrocinio della Provincia di Milano.
Testi di: Sergio Romano, Olivier Roy, Heliodoro Temprano Arroyo, Alberto Negri, Riccardo Redaelli, Valeria Giannotta, Janiki Cingoli.

Comunicazione

Le funzioni della comunicazione
Il linguista Roman Jakobson ha schematizzato sei aspetti fondamentali della comunicazione verbale, a cui corrispondono sei funzioni del linguaggio.
da Wikipedia

Marshall McLuhan: villaggio globale e media.
Approfondimento su Marshall McLuhan e sui suoi studi sulla comunicazione.
da Filosofico.net

La banca mondiale cambia il suo vocabolario!
Nel 2016 la Banca Mondiale ha eliminato il termine “paese in via di sviluppo” dal suo vocabolario.

Share and Enjoy:
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
  • MySpace
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Turn this article into a PDF!
  • Wikio IT
  • Technorati